La Voce del Popolo Intervista il Coordinatore del Progetto “Gnam Gnam P.E.S.A. ” Dr. Salvatore Carluccio

71psar

ROMA – Oggi ospitiamo sulla nostra testata il Presidente Nazionale di MondoConsumatori Dr. Salvatore Carluccio, che nei giorni scorsi nell’ambito di una convention nella capitale ha presentato il progetto “Gnam Gnam Pesa – Prevenzione, Educazione, Sicurezza Alimentare”, che gentilmente ci ha concesso una intervista per approfondire l’interessante argomento.

D. Dr. Carluccio su cosa si fonda questo progetto e a chi si rivolge?
R. Prima di dare una risposta alla domanda mi preme sottolineare che il Progetto “GNAM GNAM PESA Prevenzione Educazione Sicurezza Alimentare” è un progetto presentato dall’associazione MondoConsumatori in collaborazione ad altre due Associazioni A.DI.PROD.IT Associazione per la Difesa dei Prodotti Italiani e Salvaconsumatori Onlus ed approvato dalla Regione Lazio per il programma “La Regione Lazio per il Cittadino Consumatore III” finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Il mio ruolo, non rientrante nella compagine associativa dell’Associazione MondoConsumatori Lazio, è come Coordinatore del progetto.
Ritorno alla domanda specifica rivoltami.
Su cosa si fonda? Il progetto denominato “GNAM GNAM PESA Prevenzione Educazione Sicurezza Alimentare” intende realizzare un programma che si sostanzi in attività di prevenzione, informazione/formazione sulla problematica della sicurezza alimentare. Detto Progetto costituisce uno strumento di attuazione lata della tutela e difesa del cittadino in quanto consumatore-utente, nonché dell’istruzione, formazione ed educazione.
A chi si rivolge? È evidente che i destinatari finali non possono che essere i cittadini nel loro complesso, ed in particolare i giovani. Mondoconsumatori Lazio propone di raggiungere l’obiettivo teso a garantire le esigenze dei cittadini del proprio territorio laziale, sviluppando la capacità dei consumatori ad acquisire, ricercare, compendiare ed integrare le informazioni disponibili sia nelle loro decisioni di acquisto, sia per effettuare scelte nella consapevolezza dei propri diritti e delle proprie responsabilità: in altre parole garantire il diritto all’informazione e alla formazione.

D. Perché attuare un piano di questa tipologia?
R. Da alcuni anni la pubblica opinione è sensibile riguardo la sicurezza alimentare. Troppi e soprattutto gravi scandali hanno posto il consumatore di fronte ad un dilemma: cosa stiamo mangiando? Quello che acquistiamo è sicuro per la nostra salute?
La sicurezza alimentare dei cittadini, in quanto consumatori-utenti, rappresenta una parte integrale della difesa della salute. I consumatori della Regione Lazio hanno il diritto di sapere tutta la verità e nient’altro che la verità sugli alimenti. La vita non è senza rischi: nessun alimento potrà mai essere garantito come assolutamente sicuro e i consumatori devono capire che è semplicemente impossibile eliminare totalmente il rischio. Quello che possiamo e dobbiamo fare, è migliorare la tutela dei consumatori fornendo loro un servizio di informazione qualificata e continuativa sulla problematica e di coinvolgere maggiormente i rappresentanti dei consumatori nel processo decisionale della filiera del consumo alimentare.

D. Come si possono riassumere le finalità di “Gnam Gnam PESA” ?
R. Lo scopo del progetto è quello di contribuire ad offrire strumenti di consapevolezza e capacità di scelta attinenti la questione alimentare ed in particolare mirata a risolvere all’origine i problemi che ne scaturiscono, nella consapevolezza che la questione dell’informazione e dell’educazione alimentare vada affrontata a cominciare dai primi anni di vita per questo Mondoconsumatori Lazio ritiene che proprio la scuola è il luogo di prima interlocuzione per la questione alimentare.
Il progetto prevede, varie azioni:
1. C.E.C.A. : Centro di Educazione al Consumo Alimentare
2. Sportello Itinerante:Tour in 10 Centri della Regione Lazio con mostra video e questionario
3. Percorsi di Educazione nelle scuole con gli alunni con concorso a premi con cerimonia finale prevista per il giorno 30 ottobre c.a.
4. Due Convegni: il primo che si terrà il 9 ottobre c.a. sul tema: “Alimentazione e Salute” ed il secondo che si terrà 24 ottobre c.a. sul tema “Educazione al consumo Alimentare”
5. Sito web: www.gnamgnampesa.it
6. Numero Verde: 800 600 890
Per approfondimenti invito a contattare il Contact Center al Numero Verde: 800 600 890 oppure a visitare i siti: www.gnamgnampesa.it dedicato al progetto e www.mondoconsumatori.it istituzionale dell’Associazione.

D. Perché investire nell’istituzione di un centro di educazione alimentare?
R. Per tre buoni motivi:
1) Per stimolare la crescita ed il ruolo attivo del consumatore attraverso l’informazione sui beni e servizi alimentari.
2) Per incentivare le imprese allo sviluppo di produzioni più rispettose della qualità e salute della popolazione regionale.
3) Per favorire l’interazione e lo scambio di informazioni e proposte tra tutti i portatori di interesse.
Il Centro vuole essere un punto di riferimento per l’informazione e la tutela del consumatore, offrendo la possibilità di consultare dati, ricerche e guide e fornendo così al consumatore una panoramica sul mercato della ricerca, produzione, conservazione e distribuzione dei prodotti alimentari allo scopo di incoraggiare il consumo alimentare consapevole attraverso l’informazione, la divulgazione, la formazione e l’educazione ad uno stile di vita più sobrio e rispettoso della salute e degli individui.
Mi consenta di ribadire che per approfondimenti invito a contattare il Contact Center al Numero Verde: 800 600 890 oppure a visitare i siti: www.gnamgnampesa.it dedicato al progetto e www.mondoconsumatori.it istituzionale dell’Associazione.

D. Quali sono i tempi previsti per realizzare il piano?
R. Sui tempi battiamo una nota dolente. I tempi imposti dalla Regione Lazio sono ristrettissimi completamento del progetto entro il 31 ottobre 2014. Tenendo conto che l’approvazione dei vari progetti previsti dal bando pubblico regionale è avvenuto solo a fine giugno, il progetto è partito solo agli inizi di luglio 2014. Pertanto, a mio parere, pur attuando le azioni progettuali nei tempi imposti da un punto di vista amministrativo credo che MondoConsumatori Lazio debba considerare, come del resto fatto anche in passato per altri progetti, tale progetto come pilota per la prosecuzione della sua mission sul tema molto delicato della sicurezza alimentare.

D. Di che costi parliamo per la sua attuazione?
R. Sui costi ribattiamo un’altra nota dolente. La Regione Lazio nel bando aveva previsto per l’Intervento n. 1 sulla tematica della sicurezza alimentare nel Programma denominato “La Regione Lazio per il Cittadino Consumatore III – Modulo II” ai sensi del D.M. dello Sviluppo Economico del 28.05.2010, approvato dalla D.G.R. del 09/10/2010 un budget di €. 135.000,00 al vincitore. In fase di approvazione la Commissione nominata per la valutazione dei progetti ha deciso per uno ex aequo con un’altra cordata di associazioni dei consumatori. Pertanto il finanziamento ammesso è di €. 67.500,00. Certamente il progetto, anche se di modeste dimensioni, dovrà molto contare sui propri collaboratori volontari delle associazioni nonché su forme di collaborazione che tengano conto dell’irrisorietà del finanziamento rispetto agli obiettivi ambiziosi delle associazioni, espressi nel lontano marzo 2014, in fase di partecipazione al bando.
E’ d’uopo ringraziare:
la Vs. Redazione per aver ospitato la mia persona, il Segretario Generale Avv. Rosa D’Agostinis dell’associazione MondoConsumatori Lazio per l’incarico conferito come coordinatore del progetto regionale, le Associazioni consorziate A.DI. PROD.IT. nella persona del Presidente Avv. Franco Gugliucci e Salvaconsumatori Onlus nella persona del Segretario Generale Dott.ssa Paola Malandrone e tutti i numerosi collaboratori che si stanno prodigando per la buona riuscita del progetto.

Ringraziamo il Presidente Nazionale di MondoConsumatori per la sua disponibilità e gli auguriamo buon lavoro, rivolgendogli l’invito a tornare sulle nostre pagine non appena il progetto decollerà per informare gli utenti.

LINK ARTICOLO Voce Del Popolo